Sul Comodino

libri.jpgImmaginate una catasta di libri in ogni angolo della casa e poi immaginate una folgorata che deve uscire senza portafoglio perché se inciampa in una libreria è capace di spendere l’intero sudato stipendio.

Ecco. Quella è la mia casa, quella sono io.

Una vita di:”5 minuti e ho finito, giuro!” che se mi avessero pagato per ogni ora passata all’interno delle librerie di tutto il Paese a quest’ora i pronipoti dei miei pronipoti camperebbero di rendita.

Le parole: la più alta forma di stupefacente naturale racchiusa in migliaia di pagine che profumano di storie da raccontare, di bestemmie inespresse, di ironia, Sensazioni, pensieri, riflessioni.

E che tributo alle Parole sia, allora. E al mio comodino, fedele compagno di mille letture.

 

 

 

One thought on “Sul Comodino

  1. È ora di cominciare a capire, a prendere confidenza con le parole. Non dico con la Parola, non col Verbo, ma con le parole; invece il linguaggio vi fotte. Vi trafora. Vi trapassa e voi non ve ne accorgete. Voi sputate su Einstein, voi sputate sul miglior Freud, sull’aldilà dei principi di piacere; voi impugnate e applaudite l’ovvio, ne avete fatto una minchia di questo ovvio, in cambio della vostra, e del vostro godemichet, cui siete dannati. Ma io non vi sfido: non vi vedo!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.