Ho sposato una vegana

faustobrizzi-212x300“Raggiungere l’agognata meta erotica avrebbe comportato per me le stesse difficoltà di scalare l’Everest zoppo e senza bombole d’ossigeno. Appoggiai la forchetta nel piatto e, con un filo di voce, le chiesi:
– Ma vegana vegana?”

Fausto Brizzi – che non ha certo bisogno di presentazioni, ma per farvi risparmiare tempo l’ho googlato perché santo Google da Mountain View è colui che tutto sa – è entrato nella mia vita più o meno nel periodo in cui uscivo con un ragazzo dalle parvenze/movenze/credenze tendenti al vegetarian-vegano.

Capirete bene, adesso, che la storia d’amore tra l’alter ego di Hannibal Lecter, spudoratamente fedifrago nei confronti dei vegetali, e l’amica non solo degli animali ma anche e soprattutto della saliva che producono, non poteva che affascinarmi fin dalle prime righe.
Una disarmante storia vera raccontata con estrema ironia e sincerità intellettuale.
Di quelle storie che a Roma nord (ma pur sud, est, ovest, nord-est, nord-ovest, la terra di mezzo e il sottosopra) leggendole direbbero:”No ma che davero davero?”.

Io non mi ci sono scollata un attimo (oddio la colla viene prodotta con il sudore delle api? La posso citare? Tuttapposto?) e ho riso quanto più ho potuto.

In bella vista sulla mia libreria bianca Billy made in signore Ikea (proprio dentro di lui eh).

Ah. Lui la vegana se l’è sposata, io non calpesto più le formiche e amo un vegetarian-berrinico vegano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.